Il mail fetcher, è una funzionalità molto utile per chi vuole centralizzare più account di posta esterni all’interno del proprio account Gmail, a volte è usato anche per gestire più account sempre Gmail.

Se state leggendo questo articolo, probabilmente, sapete già di cosa si tratta, e come si configura, pertanto quello che andremo a trattare è  un problema specifico che può insorgere cercando di far accedere il proprio account Gmail da questo strumento, a causa delle nuove “restrizioni” di sicurezza introdotte.

A causa dei “recenti” casi, che non hanno riguardato solo ed esclusivamente account Google, “Big G” ha inasprito le misure di sicurezza per garantire l’integrità degli account e delle caselle di posta, anche se il primo strumento di sicurezza e prevenzione rimane comunque l’utente e le sue modalità di comportamento.

La più recente ed efficace, forma di sicurezza disponibile ad oggi è la verifica in 2 step, che però non è stata resa obbligatoria per tutti gli account, ma che Google raccomanda di abilitare, (e anche noi Collaboratori ) non solo per Gmail, ma anche per tutti i servizi che utilizzano questa forma di sicurezza.

Quando il mail fetcher del nostro account Gmail, tenta di accedere al nostro altro account Gmail, configurato correttamente, con la giusta password etc… è possibile che in determinate circostanze l’accesso venga negato, per credenziali errate o che venga richiesto di fare accesso web all’altro account, ma comunque non si riesca ad andare avanti nella configurazione.

Facendo accesso web nell’account che volete importare è possibile che troviate una mail con un messaggio come nell’immagine sottostante.

 

Tranquilli… nessuno sta tentando di accedere al vostro account, anzi  sarebbe più corretto dire nessun malintenzionato… in realtà è il mail fetcher.
Cosa fare dunque, dato che la password immessa anche se corretta, non viene accettata perché proveniente da quell’IP?
Beh la risposta è sempre nella verifica in 2 passaggi, e nelle password specifiche per le applicazioni.
Dunque in primo luogo procedete ad abilitare la verifica in 2 step…. e fatelo su tutti gli account Gmail indipendentemente da e se volete attivare o meno il mail fetcher tramite questa guida ufficiale https://www.google.com/landing/2step/
Ora il vostro account sarà protetto da una doppia autenticazione tramite codice a 6 cifre che riceverete via sms (gratuito per l’utente) o tramite app Google Authenticator per quando accederete da pc “occasionali” via web… (ricordatevi di non contrassegnarli come autorizzati ), mentre per le applicazioni client come Outlook, Thunderbird, o Mail per Osx, che non supportano il doppio passaggio andrà generata una chiave apposita, da qui https://security.google.com/settings/security/apppasswords?pli=1 e (vi verrà chiesto di accedere al vostro account Gmail ovviamente inserite quello per cui dovete generare la password) dunque se siete loggati con l’account principale mentre leggete questo articolo dovrete fare accesso con l’account da cui dovrete prelevare la posta, selezionando Accedi con altro account.
Di seguito vi troverete una pagina con questo aspetto
Come è possibile vedere nell’esempio ho generato una password dandogli il nome mail fetcher, per meglio ricordare a cosa serve, e la stessa cosa va fatta poi per i dispositivi come client di posta, smartphone, etc…
Nel caso del mail fetcher quindi andrete ad inserire nel campo password quella appena generata, mentre per accedere direttamente via web, continuerete ad usare la password originaria.
Per finire una raccomandazione… impostate e mantenete aggiornati i vostri recapiti di backup per il recupero della password, e stampate i 10 codici da usare in caso non abbiate accesso al vostro telefono e al vostro pc, tramite il tasto impostazioni verifica in 2 passaggi, dal menù sicurezza del vostro account.