La Modalità riservata è una funzionalità che gli utenti della versione web di Gmail possono già utilizzare da qualche tempo. Le ho dato il soprannome di Modalità Mission Impossible per il semplice fatto che i messaggi vengono “auto-distrutti” dopo un determinato tempo. Da qualche giorno, questa funzionalità è stata implementata anche nella versione Gmail per dispositivi mobili. Le sue caratteristiche sono:

  1. Inviare una email con informazioni sensibili ed impedirne un inoltro accidentale;
  2. Impostare una scadenza;
  3. Impostare un Passcode che permetta solo al destinatario di accedere al contenuto.

Inviare una email con informazioni sensibili ed impedirne un inoltro accidentale

Se avete necessità di inviare degli allegati o dei dati sensibili, questa funzione vi permette di impedirne un inoltro accidentale, di far copiare e scaricare link ed allegati. La Modalità riservata può essere attivata quando si compone una nuova email cliccando sul simbolo in basso da web, oppure cliccando sui 3 puntini in alto da App. 

 

Una cosa che mi piace molto è la grafica blu che appare nelle procedure seguenti.

Impostare una scadenza

Ebbene sì, è possibile inserire un timer per determinarne l’auto-distruzione. Il timer ha 5 possibili scadenze: 1 giorno, 1 settimana, 1 mese, 3 mesi e 5 anni. Dopo la scadenza, non sarà più possibile accedere ai contenuti. Il Destinatario può, a sua volta, inserire la propria scadenza che può essere uguale o diversa da quella inserita dal Mittente. Destinatario e Mittente quindi, possono decidere per quanto tempo il loro messaggio sia accessibile all’altro. Non ci sono differenze d’impostazioni tra le due versioni (Web e App), la sola differenza al momento è la lingua. Su App l’interfaccia è in inglese mentre le opzioni sono in italiano. Non preoccupatevi, anche su Web era così appena lanciata, ma ora è tutto in italiano 😉

   

Impostare un Passcode che permetta solo al destinatario di accedere al contenuto

Il Passcode è l’invio, tramite Sms, di un codice che permette al destinatario di accedere alla mail: il codice deve essere richiesto dal Destinatario quando riceve la mail. Non è obbligatorio, c’è la possibilità di utilizzarlo o meno, ma se siete in possesso del numero di cellulare del destinatario e volete rendere tutto ancora più sicuro, il Passcode è quello che fa per voi. C’è una piccola nota dolente però, eh si! Facendo un test, ho riscontrato che l’inserimento del numero, se non lo ricordate a memoria, non dà alcuna possibilità di aprire i Contatti Google facilitandone la compilazione e la procedura diventa un po’ macchinosa. Per inserire il numero da desktop ho dovuto prima recuperarlo dai miei Contatti, copiarlo ed incollarlo nel form! Come tutte le nuove funzionalità, bisogna provare ad utilizzarla e solo così ne potremo capire pregi, difetti e miglioramenti da apportare. 

Ricordo che inviare un Feedback è sempre utile per segnalare migliorie o disfunzioni. In caso di domande o problemi, potete sempre rivolgervi a noi sul Forum Gmail 😉