28 giugno 2011, Google+ prende vita, 8 ottobre 2018, viene annunciato che a Google+ verrà staccata la spina ad Agosto 2019.

Non è proprio vero! Google+ non è morto e non è nemmeno prevista la sua morte a breve. Infatti ad essere chiusa è la versione Consumer, quindi quella accessibile al pubblico, mentre la versione per G Suite rimarrà attiva ed anzi, è ancora in sviluppo visto che di recente è stata aggiunta la possibilità di aggiungere in blocco gruppi di utenti a una community.

Se non credi alle mie parole ti invito a rileggere meglio il post dell’annuncio di google: https://www.blog.google/technology/safety-security/project-strobe/

Allora perché è stata chiusa la versione consumer?

Mantenere un social network delle dimensioni di Google+ non è facile e non lo è nemmeno garantirne la sicurezza, così per due anni è rimasto aperto un problema di sicurezza (chiuso appena scoperto), che avrebbe permesso a degli utenti malintenzionati di ottenere delle informazioni sensibili per circa 500 mila utenti. Dalle analisi di google nessuno ha sfruttato questa falla. Il 90% delle sessioni su Google+ durano meno di 5 secondi e quindi è usato poco dagli utenti comuni.

Data questa problematica e lo scarso utilizzo Google ha deciso di fare una cosa, chiudere Google+ per la parte potenzialmente problematica.

Ma Google+ non è solo una piattaforma per l’utente finale, come può essere Facebook, ma anche una piattaforma per tutti gli utenti business, quelli G Suite, chi ha la Gmail aziendale in poche parole.

Il social Network Privato di Google+

Data la premessa di prima, ogni azienda può crearsi un social network all’interno di Google+, privato e chiuso all’azienda stessa. E questo social può avere dei gruppi ancora più chiusi e privati, quindi avere un gruppo per chi si occupa dell’amministrazione, uno per il reparto acquisti ed uno pubblico dove condividere tutte le iniziative ed eventi dell’azienda.

In poche parole, una intranet.

Per chi non lo sapesse una intranet è una rete aziendale privata, come dice wikipedia:

“Attualmente la concezione più comune di intranet prevede un Corporate Portal come punto di ingresso ad applicazioni specifiche, quali: Publishing, Document management, Collaborative work, Community”.

Se non lo sapete costruire una Intranet ha un costo, di realizzazione e mantenimento (e a volte nemmeno tanto basso), quindi Google+ rappresenta un’ottima alternativa gratuita per chi ha già G Suite.

Ed è per questo motivo che da ormai qualche tempo Google+ è entrato a far parte di G Suite e continuerà a funzionare.

Ci sono già aziende che lo usano

Se sei interessato ad approfondire puoi vedere questo link.