Un post molto interessante pubblicato sul profilo Google + di Project Loon  (che vi proponiamo di seguito tradotto) ci fornisce degli aggiornamenti sullo sviluppo di questo progetto che a tuttora sembra fantascienza e invece sta andando avanti e stringendo i primi accordi.

Per chi fosse interessato alla lettura del post originale in inglese lo trova qui

 

Project Loon indonesia

A seguito di 17 milioni di chilometri di test, sorvolando giungle, montagne e pianure Project Loon ha siglato un accordo con 3 compagnie telefoniche Indosat, Telkomsel and XL Axiata per iniziare i test di copertura.

Al momento solo un terzo dei 250 milioni di abitanti in Indonesia è collegato a internet. Stendere fibra, installare e mantenere ripetitori cellulari nelle oltre 17.000 isole che compongono il territorio Indonesiano è una sfida difficile.

Attraverso i test che sono stati eseguiti la comunicazione dei palloni di Project Loon ha dimostrato di poter trasferire il segnale da zone connesse a una stazione di terra, tramite una costellazione di palloni aerostatici anche a 100 km di distanza l’uno dall’altro  (n.d.r ad altezze doppie di quelle delle tratte aeree circa 20 km) e di nuovo a terra in zone remote, dando così la possibilità agli operatori di estendere i loro servizi in aree altrimenti difficili da raggiungere con le attuali tecnologie.

I test indonesiani sono il primo passo per il raggiungimento di un obiettivo a lungo termine quale la creazione di un anello continuo di connettività in partnership con operatori di reti mobili in tutto il mondo, e nella speranza di portare la potenza di Internet per milioni di individui, ovunque si trovino, per la prima volta.

Per chi non avesse ancora ben chiaro o non conoscesse affatto questo progetto, ecco un video che ne illustra il funzionamento.